I misteri di Castel del Monte

castel del monte puglia

Castel del Monte è uno dei resti più affascinanti del Medioevo, seppur spoglio di ogni decoro, è senza dubbio uno dei monumenti simbolo dell’Italia.
Il forte venne progettato da Federico II di Svevia nel 1240 con un’originale pianta ottagonale, che ha contribuito a creare parte del suo fascino misterioso.

Molti studiosi sono convinti che il disegno del castello derivi da riti magici ed esoterici, in particolare per la frequente ripetizione del numero otto: sono otto le torri, tutte di otto lati, otto le stanze ai due piani. La forma ottagonale, inoltre, rappresenta l’unione tra il quadrato, che simboleggia la Terra, ed il cerchio, ovvero la perfezione del cielo.

castel del monte puglia

La costruzione di Castel del Monte è stata anche influenzata dall’astronomia, ad esempio l’8 aprile e l’8 ottobre il sole entrando dalle finestre illumina esattamente il punto in cui si trovava una scultura, purtroppo andata perduta. Durante gli equinozi le ombre delle mura assumono delle forme molto nette, mentre i due leoni scolpiti all’ingresso guardano esattamente verso i punti dove sorge il sole in quei particolari giorni.

La cosa certa è che Caste del Monte non è stato pensato come un semplice fortilizio, poiché privo di fossati e di vari altri sistemi difensivi, come feritoie abbastanza larghe da permettere ad un arciere di scagliare frecce sugli assalitori. Potrebbe essere stato destinato a residenza di caccia, tuttavia nell’edificio mancano le stalle, essenziali per questo scopo.

castel del monte puglia

Federico II di Svevia era un uomo di grande cultura, che amava circondarsi di letterati, sapienti e scienziati, come il celebre matematico Fibonacci, perciò è probabile che il Castel del Monte sia stato concepito come una sorta di tempio della sapienza, più che come un vero castello, e come un monumento alla gloria dell’Imperatore.

Molte risposte sono andate perdute con la spoliazione di tutti gli arredi e dei decori, statue, bassorilievi, marmi e mosaici, che forse raccontavano la destinazione del Castello di Federico II di Svevia.

Purtroppo, però, dopo la morte dell’imperatore Castel del Monte venne abbandonato e dimenticato, per salvarlo l’allora neonato regno d’Italia lo acquistò per 25 mila lire ed oggi è protetto dall’Unesco come patrimonio dell’Umanità.

Please follow and like us:
error

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Instagram
LinkedIn
Twitter
Pinterest
YouTube