Null Stern Hotel in Svizzera

Dopo i voli no frill, senza fronzoli, anche gli alberghi si spogliano del superfluo, la nuova frontiera dei viaggi low cost sono gli hotel a zero stelle.
Il primo esemplare è nato nel 2009 a Teufen, in Svizzera, in una location veramente originale: un bunker antiatomico dismesso.

La filosofia del Null Stern è semplice “l’unica stella sei tu”, quindi niente soffici moquette, niente quadri alle pareti, solo lo stretto essenziale. L’arredamento dell’hotel è minimal sebbene confortevole ed i prezzi sono veramente accessibili.

null stern hotell in svizzera

L’ambiente originale non è stato modificato, sono solo state dipinte di lilla e verde le pareti di cemento armato, per il resto la struttura del bunker emerge chiaramente: tubi, cavi d’acciaio e nessuna finestra. Dormire qui è decisamente un’esperienza insolita e bizzarra.

Un po’ di spirito di adattamento è fondamentale, l’ambiente, infatti, è comune. I posti letto sono solo quattordici, sebbene in caso di attacco nucleare la struttura debba contenere 200 persone, quattro letti matrimoniali e quattro singoli, divisi in due stanzoni.

Null stern hotel in svizzera

Il successo di questo hotel low cost è stato clamoroso, tanto da aver ricevuto una nomination al Worldwide Hospitality Awards 2009 per la migliore innovazione dell’anno, inoltre la rivista Geo Saison l’ha collocato tra i 100 migliori hotel in Europa.

I fondatori hanno così deciso di trasformare il prototipo in un museo ed aprire altri Null Stern in giro per il mondo. Le destinazioni scelte sono ancora top secret, gli amanti dei viaggi low cost attendono impazienti.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=yzR0kHvyUHo&feature=related[/youtube]

Forse non sarà comodissimo, ma visitare il Null Stern Hotel in Svizzera deve essere certamente un’esperienza memorabile.

Please follow and like us:
error

Potrebbe interessarti anche...

(2) Comments

  1. Mena Santoro

    Non è l’unico caso al mondo. Tempo fa scrissi un post sul mio blog che riguardava un hotel che offriva ai clienti un pacchetto sopravvivenza. L’idea dell’iniziativa era semplice: chiedere ai clienti attanagliati dalla crisi “a cosa sarebbero disposti a rinunciare” per uno sconto sul prezzo di una camera. E aiutarli con un listino prezzi molto particolare: una stanza per due persone e colazione inclusa costa 219 dollari a notte, ma rinunciando a varie comodità può costare anche meno.
    Scopri i dettagli: Scegli tu quanto spendere per un soggiorno

    Ma non è tutto! in alcune parti del mondo, le buie e fredde prigioni possono divenire ottime alternative ad una costosa camera d’albergo. Non ci credete? Leggete qui: Dormire in una prigione

  2. Francesca

    Ci vado il prossimo mese… Speriamo bene…. Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Instagram
LinkedIn
Twitter
Pinterest
YouTube