città del messico

Visitare Città del Messico

Caotica, rumorosa e bellissima, Città del Messico è un luogo ricco di sorprese e posti da visitare, dai musei alle rovine archeologiche, dalle chiese coloniali all’arte contemporanea.
Molti turisti si limitano ad una fugace visita alla capitale del Messico, prima di dirigersi verso le idilliache spiagge di Cancun o le maestose rovine precolombiane, tuttavia la città mariterebbe una visita più approfondita.
Città del Messico si trova ad oltre 2 mila metri di altitudine, nella regione dell’Altipiano Centrale, grazie al riparto offerto dai vulcani Popocatépetl e Iztaccíhuatl la città gode di un clima temperato tutto l’anno.

città del  messico

Città del Messico sorge sul sito di Tenochtitlán, capitale dell’Impero azteco fondata nel 1325 e conquistata dagli Spagnoli nel 1521.
Il centro storico di Città del Messico, chiamato Zócalo, è classificato tra i Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO, per la sua ricchezza di palazzi e chiese in stile barocco.
Il punto principale del centro è Plaza de la Constitucion, la quarta piazza più grande del mondo, su cui si affacciano i monumenti principali della capitale.
La Cattedrale Metropolitana, splendido esempio di barocco spagnolo, è la chiesa più antica e maestosa del Messico, forse tre le più antiche del continente poiché venne costruita poco dopo la Conquista.

città del  messico

Gli uffici del Presidente del Messico si trovano nel prestigioso Palacio Nacional, l’antica residenza dei Viceré di Nueva Spagna, realizzato simbolicamente sulle rovine del palazzo di Montezuma.
Questo simbolo della storia messicana è decorato al suo interno dai murales di Diego Rivera, uno dei principali artisti messicani, che nel 1929 dipinse le gesta degli Aztechi e gli eroi della Rivoluzione spagnola.
L’artista, fortemente impegnato politicamente e socialmente, visse qui per molti anni con la moglie Frida Kalho, è possibile visitare anche la sua casa, dove visse anche Leon Trotskij, in fuga dai sicari del suo paese.

Città del Messico possiede numerosi ed interessanti musei, come il Museo Nacional de Arte, costruito a somiglianza di un palazzo rinascimentale italiano, che raccoglie i migliori esempi di arte messicana classica e moderna, mentre il Museo Franz Mayer, custodisce la collezione di tessuti, oggetti d’argento e d’artigianato raccolti dal mecenate tedesco, chiamato con affetto Don Pancho.

Da non perdere una visita al Bosque de Chapultepec, il parco più grande di Città del Messico, che nei suoi quattro offre un piccolo zoo, dei laghetti, il palazzo del presidente (Los Pinos) ed il Castillo de Chapultepec, un’antica residenza imperiale.
Qui si trovano anche vari musei: il Museo Nacional de Historia, il Papalote Museo de Niño, il Museo del Caracol, incentrato sull’indipendenza messicana, e l’importante Museo Nacional de Antropología. Per visitare tutte le sue collezioni servirebbe almeno una giornata, perciò è consigliabile concentrarsi solo su una delle sue vaste collezioni tematiche, tra cui spicca quella dedicata alle civiltà precolombiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *