nancy lorena francia

Le bellezze di Nacy in Lorena

Nancy è considerata una delle più belle città della Francia, degna di rivaleggiare per architettura ed arte con la capitale Parigi.
Capoluogo del dipartimento della Meurthe e Mosella, tra le colline boscose della Lorena, basterebbe già il paesaggio per rendere Nancy un luogo meraviglioso, tuttavia la città è anche un vero gioiello d’arte.

nancy lorena francia

Il primo nucleo della città risale all’anno Mille, ma il momento migliore per Nancy fu durante il XVIII secolo, quando ne divenne duca Stanislao Leszczyński.
Nel 1737, infatti, il re di Polonia era stato cacciato dal suo paese, così re Luigi XV, suo cognato, gli donò la città e le terre circostanti. Il duca Stanislao portò nella cittadina i fiori dell’illuminismo, riempiendo la sua corte di letterati, musicisti ed artisti, che contribuirono anche a rendere Nancy una città splendida.

Il Duca Stanislao fece costruire la Biblioteca pubblica Nazionale di Nancy e la Società reale delle Scienze e della Letteratura Unì, inoltre collegò la città vecchia e i nuovi quartieri attraverso una lunga piazza, la Place neuve de la Carrière.
Da cui si arriva a Piazza Stanislas, all’epoca chiamata Place Royale poiché costruita in onore del re di Francia. La piazza è circondata da palazzi storici, tutti decorati da cancellate in ferro ed oro, inserita tra i Patrimoni dell’UNESCO per la sua bellezza.

nancy lorena francia
Tra le altre opere del Duca Stanislao che ancora ornano Nancy, ricordiamo le porte di San Stanislao e Santa Caterina e la Chiesa di Nostra Signora del Buon Soccorso, sebbene una delle sue opere più maestose sia il palazzo di Lunéville.
Situata a circa 30 chilometri da Nancy, questo castello settecentesco venne restaurato e trasformato in una piccola Versailles, qui, infatti, vennero ospitati intellettuali come Voltaire, Montesquieu e Lambert.
Sono particolarmente spettacolari i giardini, creati dal celebre architetto Héré, con grotte, padiglioni, statue, cascate e laghetti.

Rientrando a Nancy vi consigliamo di completare la visita della città, passeggiando per il quartiere Saint-Léon, costruito tra il XIX e il XX secolo, che conserva ancora oggi gran parte degli edifici e dei palazzi in stile Art Nouveau.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *