Il modo alternativo di viaggiare

Quanto sarebbe bello poter viaggiare in modo alternativo ed in totale libertà per andare alla scoperta di nuovi posti, ma senza essere troppo limitati dal tempo e dall’organizzazione? Nessun sogno è irrealizzabile in camper, soprattutto se vi piacciono i viaggi itineranti, all’aria aperta e all’insegna dell’avventura. Se è così, questa tipologia potrebbe far di certo al caso vostro! Vi starete sicuramente chiedendo “ma cosa c’è di tanto alternativo in questo tipo di viaggio?”. L’innovazione infatti sta nel dare la possibilità a tutti di farlo. Si, perché fino a poco tempo fa questo tipo di esperienza era accessibile solo ai pochi con la fortuna di potersi comprare un camper. Perché ammettiamolo, acquistarne uno comporta comunque una spesa abbastanza notevole.

Il camper: la perfetta scelta alternativa

Ma se invece vi dicessi che c’è un modo per poter partire in camper senza possederne uno? Ecco che qui ritorna il concetto di viaggiare in modo alternativo! Grazie alla sharing economy, arriva anche il camper sharing. L’idea è di prendere in condivisione il camper da proprietari privati, che lo mettono a disposizione nei periodi in cui non lo utilizzano. Questo non vuol dire che viaggerete insieme ai proprietari, ma che potrete prenderlo e partire con famiglia e amici per andare dove volete. Esistono alcune realtà che mettono a disposizione questo tipo di servizio e una di queste è Goboony. Si tratta di una piattaforma online che ha lo scopo di facilitare l’interazione tra proprietari privati e viaggiatori. Offre allo stesso tempo altri servizi come il supporto tecnico e un’assicurazione apposita per questo tipo di condivisione.

Seguendo il modello della sharing economy infatti ci si concentra principalmente sulla condivisione di un bene o servizio, piuttosto che sulla loro proprietà o sull’acquisto. In questo modo ci sono benefici da entrambe le parti; da un lato i viaggiatori possono partire per un viaggio diverso, unico e indimenticabile. Dall’altra parte i proprietari possono ottimizzare i costi di manutenzione non dovendo lasciare il camper in garage per troppo tempo.

Ma come funziona Goboony?

Basta creare un account, inserire le date e iniziare a fare la ricerca dei camper disponibili. Si possono usare anche dei filtri che vi permetteranno di affinare la ricerca in base alle vostre necessità. Una volta trovato quello che fa per voi, potrete inviare una richiesta di prenotazione per entrare in contatto direttamente con il proprietario. Quando quest’ultimo approverà la richiesta, allora solo in quel momento potrete effettuare il primo pagamento per confermare la prenotazione. La cosa bella di questa piattaforma è che potrete avere tutte le informazioni che desiderate, senza limitarvi solo a quello che vedete online. Avrete le possibilità di parlare direttamente con i proprietari e chiedere tutto quello di cui avete bisogno per poter partire tranquilli e sereni.

Come nasce Goboony

Dietro tutto questo meccanismo, e soprattutto dietro l’idea, ci sono i due fondatori olandesi Mark e Foppe. I due, spinti dalla voglia di condividere la sensazione di libertà che si prova viaggiando in camper, hanno deciso di lanciare questa innovazione. Il tutto nasce dalla loro passione per il turismo itinerante e dalla loro esperienza personale; infatti si sono conosciuti proprio durante le loro vacanze in Nuova Zelanda, dove erano rispettivamente con le loro famiglie. Sono riusciti a diffondere questo modo alternativo dell’utilizzo dei camper già in quattro paesi europei, di cui Olanda, Belgio, Italia e Regno Unito. Ovviamente l’idea è quella di continuare a condividere questa libertà del viaggiare in camper con sempre più persone.

Camper, scelta ideale per un viaggio alternativo

Cerchi un altro modo alternativo per viaggiare? se può interessarti una vacanza di lusso in camper leggi anche qui

Roberto

Esperto internet e blogger di passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *