Il Pantheon tra ieri, oggi e domani

Il tempio del Pantheon a Roma. Il tempio di tutti gli dei. Qui si può sentire il polso dell’eternità e di Roma battere…

L’edificio (“aedes” in latino) annovera oltre 2030 anni. Non smette mai di stupire ed ispirare anche gli architetti più esperti con le proprie forme; le forme che si sono salvate nel cammino dei secoli.

Forse quest’edificio ha toccato la mano divina? Il buco nella cupola simboleggia l’occhio divino!

Anticamente si chiamava la cupola del diavolo a causa dell’apparentente impossibilità di essere stata creata dell’essere umano. L’oculus – o buco nella cupola – serve anche come metodo di raffreddamento e ventilazione. Insieme alla porta d’ingresso sono una fonte naturale di luce negli interni. Il 21 aprile, giorno della nascita di Roma, il sole appare sopra l’occhio del Pantheon. Un flusso di aria riscaldata impedisce la penetrazione di pioggia nell’Oculus.

Pantheon-ieri-oggi-domani_cupola2

Il Pantheon tra ieri, oggi e domani, nasce dalla mente da Marco Vipsanio Agrippa, il genero dell’imperatore Augusto Ottaviano. Il suo nome e’ stato immortalato sull’architrave sopra il colonnato sotto il frontone triangolare: M.Agrippa LFCos.tertium FECIT.

Tra i più importanti architetti del Pantheon risuona il nome di Appolodore dal Damasco. Il tempio è stato sottoposto alla terza e l’ultima ricostruzione in 125 A.D. durante il regno dell’imperatore Adriano proveniente dalla famiglia degli Antonini. Qualcosa di infinitamente cosmico e’ insito in questo edificio. Il maestro Michelangelo chiamo’ Pantheon una creatura angelica, non umana. Raffaello volle essere sepolto nel tempio che “unisce il cielo e la terra, gli uomini e gli dei.”

Le sensazioni di un visitatore sono straordinarie. Tra l’altro l’idea del costruttore era di far sentire ogni visitare, inclusi i plebei, un triumfatore. Si conosce anche l’interesse dell’imperatore verso l’astrologia. Un’ipotesi prevede anche l’esistenza di altari delle divinità dentro il Pantheon: Apollo, Diana, Saturno, Venere, Marte, Giove successivamente utilizzati per le statue cristiane.

Pantheon-ieri-oggi-domani_cupola

Per quanto riguarda la dimensione della cupola, è sorprendente sapere che il cilindro del Pantheon ammonta a 21, 65 m e che pesi 46 tonnellate. La sua rivale a Roma, la cupola di San Pietro, vanta 42 m. Come si evince dalle dimensione, nel Pantheon si puo’ collocare una sfera. All’interno e all’esterno era completamente ricoperta di bronzo dorato, esportato in 663g. durante il regno di Costantino II, nella città di Costantinopoli. Lo spessore del muro di fondazione sarebbe tra i 4,5 m e 7,3 m.

Una curiosità. Il tempio è situato in piazza della Rotonda di fronte ad uno dei più piccoli obelischi romani, altezza del quale e’ di 6,43 m. Questo piccolo gioello egiziano decorava il tempio di Iside nell’Egitto nei giorni del faraone Ramses.

L’elenco delle celebrità che sono stati sepolte nel Pantheon impressiona. Innanzitutto i due re d’Italia e una regina, il re Vittorio Emanuele II, il re Umberto I e la regina Margherita. Anche illustri uomi di cultura come Raffaello, Annibale Carracci, Arcangelo Corelli, Giovanni da Udine, Taddeo Zuccari, Baldassare Perrutstsi, Perino del Vaga…
Tra l’altro i sentimenti di risorgimento della monarchia sono ancora vivi e l’associazione che condivide questi pensieri celebra,nel tempio, di sabato una messa al sostegno dei sovrani.

Fai una vacanza a Roma e scopri la bellezza de il Pantheon tra ieri, oggi e domani. Non perdere l’occasione di visitarlo o di rivisitarlo.

Aperto negli orari: 8:30-19:30 e la domenica fino alle 18:00. Per ulteriori informazioni, visitare il sito ufficiale.

Per visite in italiano, inglese e in russo, consgiliamo di contattare Liuda Scukina Люда Щукина – гид по Риму www.RusRim.com

 

Pantheon-ieri-oggi-domani_piazza

Please follow and like us:
error

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Instagram
LinkedIn
Twitter
Pinterest
YouTube