Le spiagge del trapanese

Una vacanza in Sicilia è senza dubbio un’esperienza che non si dimentica: mare cristallino, bellezze naturali, resti archeologici e ottima cucina locale. Questi sono solo alcuni dei tanti pregi che vi faranno innamorare di quest’isola. In questa sezione ci soffermeremo in particolare sulla zona di Trapani, provincia siciliana che ha il privilegio di avere il mare in città. Ed è proprio il mare a fare da cornice a questa città e il mare vi accompagnerà durante tutto il vostro soggiorno. Trapani ha tratto una grande beneficio dall’Americas Cup, disputatasi qui nel 2005. Sono stati investiti infatti molti soldi e ciò ha permesso il restauro di gran parte del centro storico. E a ciò si sono aggiunti i numerosi voli low cost che collegano l’aeroporto di Trapani – Birgi con molte città italiane ed europee.
spiagge-trapani
Le spiagge del trapanese sono tra le più belle di tutta l’isola. Vi segnaliamo tra le altre le spiagge sabbiose di San Vito Lo Capo e Marinella Di Selinute. Proprio di fronte a Trapani si trovano inoltre le Egadi, 3 isole dalla bellezza ancora incontaminata. Vi consigliamo di non perdere una gita in questo vero e proprio paradiso terrestre. Sempre nella zona del trapanese, anche se un po’ più lontana, sorge Pantelleria, isola di origine vulcanica che presenta un paesaggio naturale unico. Altri interessanti spunti paesaggistici li troviamo nel borgo di Scopello, in cui il mare è delimitato da faraglioni: l’acqua cristallina e i ciottoli bianchissimi vi ragaleranno attimi di assoluto relax. A pochi passi da Scopello sorge la Riserva dello Zingaro, riserva naturale con un percorso di circa 7 km, caratterizzato da falesie e picco sul mare, grotte naturali e spettacoli subacquei che ricordano gli scenari caraibici. Per chi preferisce il lato storico-archeologico non dimenticate che la stessa città di Trapani è ricca di storia. Perdersi tra i vicoli, camminare lungo le antiche mura fino ad arrivare al porto La Marina, vi porterà a scoprire chiese, palazzi normanni, barocchi, antiche botteghe dei pescatori. E se avete più giorni a disposizione spingetevi anche fino a Segesta, Selinute, Erice e Marsala. Concludiamo questo nostro breve viaggio nel trapanese soffermandoci su alcune curiosità, culinarie ma non solo. Gli odori e i sapori di questa terra sono unici e ogni anno proprio Trapani fa da scenario ad importanti festival, anche di carattere internazionale. Il più importante è il Cous Cous Fest, in cui cuochi di diverse nazioni si sfidano proprio nella preparazione di questo piatto. Preparatevi quindi ad assaggiarlo in svariati modi: con pesce, carne, dolce, ecc. Infine vogliamo parlarvi di due istituzioni del trapanese: il tonno e il sale. Il tonno lo troverete ovunque ed è di una qualità altissima. Il sale offre uno spettacolo unico. Con l’arrivo della stagione calda l’acqua del mare si trasforma in sale. Da giugno a settembre la strada del sale, costeggiata dalle tipiche vasche e dai mulini a vento, si popola di salinai. Se vi trovate a Trapani in questo periodo vi consigliamo di assistere a questa attività che vi riporterà indietro nel tempo.

Roberto

Esperto internet e blogger di passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *