Il centro storico di Brema in Germania

brema

Brema è una bella città situata nel nord della Germania, a circa sessanta chilometri dal Mare del Nord, ed adagiata sulle rive del Weser.
Proprio la posizione sul tratto navigabile del fiume la rese un’importante città-stato, tra le più antiche del Paese, ed ancora oggi è il secondo porto commerciale della Germania.

Brema è una città ricca di monumenti, nonostante i massicci bombardamenti della II Guerra Mondiale, oltre che di musei ed attività culturali, che la rendono una città interessante e molto frizzante.
Il Centro storico di Brema è molto suggestivo e vanta due gioielli Patrimonio dell’Umanità: Il Municipio e la Statua di Rolando.

brema

Il municipio risale al 1408, tra i pochissimi edifici dell’epoca a non essere stato ricostruito mantenendo intatta la struttura gotica e facciata di Lüder von Bentheim, realizzata nello stile del Rinascimento del Weser.
Proprio nella Marktplatz, la piazza antistante al Municipio si trova la Statua di Rolando, chiamata Bremer Roland (il Rolando di Brema), che raffigura il celebre paladino di Carlo Magno, simbolo di libertà e giustizia, oltre che dell’indipendenza del Land di Brema.
Realizzata in pietra calcarea nel 1404, la Statua di Rolando con i suoi 10 metri è la più antica ed anche la più alta della Germania.

Da qui si può imboccare la Böttcherstraßein, una sorta di via-museo realizzata all’inizio degli anni ’30, che arriva fino alla Martinstraße, dove si trova l’imbarcadero sul fiume.
La via è una delle principali attrattive di Brema, assunse l’aspetto attuale grazie a Ludwig Roselius, un commerciante di caffè (la sua azienda è la moderna Hag), che dopo aver acquistato un magazzino lungo la via, comprò e fece abbattere anche tutti gli altri edifici, incaricando l’architetto e scultore Bernhard Hoetger di ricostruirli nel classico stile delle città anseatiche, con facciate in laterizi rossi.
brema

Oggi lungo la via si trova un museo sulla pittrice Paula Modersohn-Becker, sale espositive, piccoli negozi ed alcuni edifici particolari, come la Haus des Glockenspiels (“Casa del carillon”), dove tre volte al giorno suona un carillon in ceramica di Meissen, e la Fontana dei 7 pigri.

Da non perdere, infine, una passeggiata nello Schnoor, il quartiere più antico di Brema, miracolosamente scampato ai bombardamenti della Guerra.
Lo Schnoor è caratterizzato da vie strette e tortuose, dove sorgono palazzi in vari stili, dal barocco al classicismo l’istoricismo ottocentesco, oltre a qualche esempio dello rinascimentale del Weser.

Non si può lasciare la città senza una foto davanti alla Statua dei Musicanti di Brema, la celebre favola dei Fratelli Grimm.

Please follow and like us:
error

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Instagram
LinkedIn
Twitter
Pinterest
YouTube