I templi di Angkor in Cambogia

angkor cambogia

La Cambogia fortunatamente si è lasciata alle spalle gli orrori della guerra ed il paese si è ormai aperto al turismo, rendendo di nuovo visitabile uno degli angoli più magici e misteriosi del mondo.

I templi di Angkor in Cambogia sono uno spettacolo difficile da spiegare a parole, le antiche rovine immerse nella giungla rigogliosa, tra i richiami degli animali, variopinti uccelli sono suggestive e meravigliose.
Angkor
si trova vicino alla moderna città di Siem Reap, dove si trova l’aeroporto, numerose strutture turistiche e da partire alla scoperta del sito.
Situata nella fertile pianura ubicata tra il lago Tonle Sap e le colline Kulen, Angkor divenne la capitale dell’impero Khmer nel IX secolo, i sovrani terrazzarono la città e vi costruirono templi e palazzi meravigliosi fino al XIII secolo, quando le invasioni siamesi costrinsero la popolazione ad abbandonare la città.

angkor cambogia

Dimenticata dalla storia e dagli uomini Angkor cadde nell’oblio, e quasi tutti i 72 templi vennero avvolti dalla giungla, tranne Angkor Wat, che nel XVI divenne un tempio buddhista.
I templi di Angkor, inclusa fra i Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, occupano un’area molto vasta, una visita approfondita di richiederebbe almeno tre giorni, con meno tempo potrete visitare soli i monumenti principali.

Angkor Thom è la cittadella fortificata costruita da re Jayavarman VII nel XII secolo. Ampia circa 9 chilometri quadrati, l’area è protetta da mura in pietra, dotate di cinque porte alte 20 metri e decorate da giganteschi volti.
All’interno di Angkor Thom si trovano ancora oggi la Corte Reale, il Baphuon (un tempio-montagna a cinque livelli), il Phimeanakas (tempio celestiale) e la Terrazza degli Elefanti.
Al centro del complesso si trova il Bayon, il tempio dedicato al culto del re decorato da decine di guglie in cui sono scolpiti visi sorridenti.

angkor cambogia

Angkor Wat, come già detto, è l’unico tempio rimasto attivo e quindi il meglio conservato. Questo grandioso edificio è racchiuso all’interno di un fossato e mura che si aprono in quattro porte.
Percorrere il lungo viale fino al Tempio si vedono pian piano prendere forma i bassorilievi delle mura, decorate da demoni e divinità, battaglie e mondi fantastici. Arrivando all’alba si può ammirare il sole sorgere sulla vasca del tempio.

Un altro tempio che merita decisamente una visita è Ta Prohm, parzialmente ricoperto dalla giungla, questo tempio sembra lo scenario di un film d’avventura.
Muschi e licheni ricoprono i decori delle pareti, liane e radici crescono tra i corridoi dove la luce filtra a malapena.

Please follow and like us:
error

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Instagram
LinkedIn
Twitter
Pinterest
YouTube