symi grecia

Vacanze nella piccola Symi

Le isole della Grecia sono sempre una scelta sicura per le vacanze, calde e soleggiate, bagnate da n mare stupendo, sono un vero paradiso del relax.
Aspra e rocciosa, Symi (o Simi) si trova nel mar Egeo, appartiene all’arcipelago del Dodecaneso e dista circa 40 chilometri da Rodi.
Sull’isola esiste un’unica strada asfaltata, percorsa da un ottimo servizio di autobus che vi permetterà di muovervi senza problemi tra i tre villaggi di Symi: Gialos, Chorio e Pedi.

symi grecia

Gialos (o Yalos) è il capoluogo dell’isola, con negozi, banche ed il porto, dove partono i traghetti per le escursioni e dove ormeggiano barche e yacht dei ricchi turisti nordeuropei.
Il villaggio è ricco di case e palazzi in stile neoclassico, mentre Chorio, la città alta, si trova poco distante su una collina.
La maggior parte degli isolani vivi qui, in graziose case dipinte di bianco o colori pastello e dai caratteristici tetti rossi, il paese inoltre possiede un piccolo ma interessante museo archeologico.

Da Gialos vi consigliamo di percorrere a piedi la strada che arriva vino a Pedi, per immergervi nei colori e nei profumi della macchia mediterranea, origano, rosmarino e lavanda crescono spontanei tra i vigneti e gli uliveti dell’isola.
Pedi, con il suo pittoresco villaggio di pescatori, è la spiaggia migliore se avete bambini, l’acqua chiara e pulita, i fondali bassi e la sabbia fine è perfetta per costruire magnifici castelli.
Nella punta sud di Symi si trova il piccolo villaggio di Panormitis, con un meraviglioso monastero ortodosso, costruito in stile veneziano.

 

Symi offre molte spiagge deliziose, essendo quasi tutte di ciottoli il fondale è terso si prestano molto bene allo snorkeling. Alcune sono attrezzate con taverna e lettini, come Nos vicino a Gialos.
Le altre spiagge dell’isola sono Agios Georgios, la baia Aghios Nikolaos, con tante fresche ed ombrose tamerici, Faneromeni, sabbiosa e circondata da un’alta scogliera. Tra le spiagge più tranquille ci sono Aghios Vassilios, decorata da cipressi, e le isolate Marathounta ed Emilianos, raggiungibili più facilmente a bordo di un caicco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *