isole egadi marettimo

Vacanze sulle isole Egadi

Si avvicina la bella stagione ed è tempo ormai di pensare alle vacanze estive.
Chi cerca mete che uniscano la bellezza dei paesaggi, un mare splendido e tanta tranquillità, le isole Egadi sono la scelta giusta per una vacanza.

Poco distante dalla costa di Trapani, Favignana è la principale delle isole Egadi, perfetta se cercate non posto più animato e frequentato.
Ci sono due modi per visitare Favignana, in bicicletta ed in barca, nel primo caso potrete partire alla scoperta dell’interno dell’isola, pianeggiante e poco trafficato, ed arrivare fino a forte di Santa Caterina, una torre di avvistamento situato sull’unica altura per avvistare i pirati che attaccavano le Egadi. Il forte venne ricostruito prima dai Normanni e poi trasformato in carcere dai Borboni.
Se optate per la barca, potrete circumnavigare l’isola ed ammirare le numerose grotte di Favignana, tra cui la più famosa è la Grotta Azzurra.
L’isola possiede molte spiagge graziose, le più frequentate sono Cala Azzurra, Cala Rossa e Lido Burrone.
Per conoscere la vita delle Isole Egadi, si può visitare l’antica tonnara di Favignana, un tempo sostentamento di tutta l’isola, oggi è un museo dedicato alla pesca e all’ambiente.
Meritano una visita i Giardini ipogei di Villa Margherita, una sorta di giardino pensile creato nelle vecchie cave di tufo.

È certamente più tranquilla l’isola di Levanzo, la più piccola delle Egadi, dove le bianche casette dei pescatori e le barche colorate sulla spiaggia sembrano messe apposta per farsi fotografare.
L’isola non possiede strade asfaltate, ma considerate le sue piccole dimensioni (circa 5 chilometri quadrati), potete visitarla a piede senza fatica, cercando alcuni dei suoi punti più belli, come la grotta del Genovese, decorata da graffiti primitivi, e cala Minnola, circondata da una profumata pineta.

isole egadi marettimo

L’isola di Marettimo, la più occidentale delle Egadi, secondo alcuni storici potrebbe essere addirittura la leggendaria Itaca di Ulisse. Certamente fu abita fin dall’antichità, da Elmi, Sicani e Fenici, e fu teatro delle sanguinose battaglie tra Roma e Cartagine.
All’interno si trova il castello di Punta Troia, costruito dai Normanni nel 1140, divenne una prigione dei Borboni, che qui imprigionarono anche il patriota italiano Guglielmo Pepe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *