Templi romani e ville a Tivoli

tivoli

Tivoli, tra mare e campagna, è sempre stato un luogo idilliaco, lo pensavano gli antichi romani, che qui eressero templi e Domus patrizie, e lo credevano anche le famiglie nobili del Rinascimento, che costruirono grandi palazzi.
Tornando indietro nel tempo, Tivoli era un centro molto florido, la presenza di numerosi templi dedicati a varie divinità, tra cui il più famoso è il Tempio di Ercole Vincitore, recentemente restaurato.
Il complesso era formato da vari edifici ed aree sacre, tra cui l’Antiquarium, il Teatro e la piazza, dove si tenevano i giudizi e gli affari. Dopo il VI secolo l’area venne destinata agli usi più vari, fu un lanificio, armeria ed infine fu la prima centrale elettrica d’Italia.
Tivoli offre numerosi altri tesori dell’antichità, ad esempio un anfiteatro, il Tempio di Vesta, dalla forma rotonda, il Tempio della Sibilla, la Mensa ponderaria (la pesa pubblica) ed il Mausoleo dei Plauzi.

tivoli

Il sito archeologico più importante, tuttavia, è quello della Villa Adriana , costruita dall’Imperatore Adriano in stile greco.
Il grande parco era popolato da statue, portici e ninfei in stile ellenico. Oltre a numerosi edifici che circondano il palazzo principale, come il Teatro Marittimo, il Pecile, una piazza colonnata con al centro una piscina artificiale, ed il Canopo, dove l’imperatore riceveva gli ospiti.

Il passare degli anni non diminuì il fascino di Tivoli, così nel ‘500 il cardinale Ippolito fece costruire Villa d’Este a Tivoli. Per realizzare il grande meraviglioso palazzo venne completamente trasformato e ristrutturato un vecchio convento benedettino, ma è soprattutto il grande parco a destare ammirazione: fontane, grotte e giochi d’acqua formano uno dei giardini più belli d’Europa.
Un’altra splendido palazzo di Tivoli è Villa Gregoriana, costruita da Papa Gregorio XVI nel 1835, per attorniarsi dalle meraviglie dell’antichità.

tivoli

 

Please follow and like us:
error

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Instagram
LinkedIn
Twitter
Pinterest
YouTube