Chiese e palazzi di Orvieto

Orvieto, splendida cittadina nel cuore dell’Umbria, è un vero gioiello d’arte all’ombra della Rupe di tufo.
Le sue origini risalgono agli antichi Etruschi, sebbene non siano rimasti molti resti a testimoniare quel periodo; il principale è la Necropoli del Crocefisso del Tufo.
Questa tipica città dei morti etrusca, risale al VI e V secolo a.C., ed è formata da un centinaio di piccole tombe a edicola del tipo “a camera”, disposte lungo vie perpendicolari tra di loro. Molte delle tombe sono visitabili, mentre gli oggetti ed i sarcofagi che vi erano custoditi sono conservati per la maggior parte nel Museo Faina di Orvieto.
Il simbolo della città è certamente il Duomo di Orvieto, uno degli esempi più tipici dello stile romanico-gotico dell’Italia centrale. La facciata è decorata da bassorilievi, mosaici e statue di bronzo, mentre l’interno è decorato da affreschi elaborati. L’elemento principale è la Cappella del Corporale, che custodisce il prezioso reliquiario, contenete la pezza di lino macchiasi di sangue durante il miracolo di Bolsena.
Vi consigliamo di visitare il Duomo di Orvieto verso sera, quando la luce del tramonto tinge di ora la facciata di tufo.

orvieto umbria
Visitate anche i Palazzi dei papi, costruiti nel 1200 in onore dei pontefici, Palazzo Soliano, dedicato a Bonifacio VIII, è una struttura gotica oggi sede del Museo Opera del Duomo. Notevole è anche il Palazzo Comunale che fu costruito nei primi decenni del 1200 e rifatto nel 1500.
Un altro luogo caratteristico di Orvieto è il Pozzo di San Patrizio, costruito a metà del 1500, per volere del papa Clemente VII, che si era rifugiato qui dopo il Sacco di Roma. Il pozzo, profondo 53 metri e largo 13, era, infatti, una cisterna d’acqua che avrebbe protetto la città in caso di assedio.
Per restare in tema di pozzi, sappiate che sotto chiese e palazzi si estende la cosiddetta Orvieto sotterranea, formata chilometri di gallerie e cantine, utilizzate anticamente dalla popolazione per conservare il cibo, che si intersecano con tunnel di origine etrusca.
Orvieto, però, è anche una città dove si possono gustare piatti e vini prelibati, ogni autunno si tiene un appuntamento imperdibile agli amanti del gusto e del mangiare consapevole, l’Orvieto Food Festival.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *