Le bianche scogliere di Dover

Stilando una classifica delle immagini simbolo dell’Inghilterra, le bianche scogliere di Dover probabilmente verrebbero solo dopo il palazzo reale ed il Big Bang.
Queste scogliere si trovano in uno dei punti più stretti del Canale della Manica, il braccio di mare che separa l’Europa dalla Gran Bretagna, tanto che nelle giornate terse è possibile vedere il loro luccichio anche dalla Francia.
Le scogliere di Dover devono il loro bianco splendore al calcare che forma la costa britannica e francese, non a caso la teoria scientifica asserisce che il canale della Manica sia stato scavato dall’erosione del mare.

Le bianche scogliere di Dover

Geologia a parte, nessuna teoria razionale può spiegare l’emozione ed il fascino che suscita le bianche scogliere di Dover in chi le guarda, generazioni di cantanti e poeti hanno provato ad immortalare la loro bellezza con le parole, senza riuscirci completamente.
Lo spettacolo delle onde che s’infrangono sulle candide pareti a strapiombo sul mare è, infatti, tanto suggestivo quanto indescrivibile.
È interessante anche visitare la vicina città di Dover, che fu l’avamposto romano durante la conquista dell’isola. Gli antichi Romani costruirono sulla costa una fortezza, di cui rimane un faro alto 24 metri. Il castello di Dover venne poi utilizzato dai sassoni ed anche da Guglielmo il Conquistatore, mentre Hubert de Burgh lo ampliò e rinforzo all’inizio del XIII secolo per difendere la costa dal tentativo di invasione francese.

Le bianche scogliere di Dover

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *