Vacanze a Zanzibar

Zanzibar è una terra magica, ricca di suggestioni esotiche, poco distante dalle coste della Tanzania.
Punto nevralgico per i commerci tra l’Africa, l’Europa e l’Asia, era famosa per la produzione di numerose spezie e per il meno nobile commercio di schiavi.
Oggi l’isola di Zanzibar è sempre di più una meta turistica, in grado di unire il fascino selvaggio e naturale dell’Africa ad ottime strutture ricettive.

Vacanze a Zanzibar

Particolarmente rinomate per la loro bellezza, le spiagge di Zanzibar sono chilometri di sabbia bianca, palme ed alberi tropicali e acqua turchese. Gli appassionati d’immersioni e snorkeling rimarranno incantati dal colore e dalla ricchezza di vita del reef, spesso poco distante dalla riva.

La più frequentata dai turisti italiani, grazie alla concentrazione di hotel e villaggi, è la Spiaggia di Kiwengwa, sulla costa est dell’isola di Unguja.
A sud dell’isola principale si trova la graziosa Spiaggia di Kizimkazi, dove i pescatori arrotondano i loro guadagni, accompagnano i turisti a vedere i delfini.
Prima di tornare in albergo per la cena, fermatevi un momento nella Spiaggia di Michamwi ad ammirare i meravigliosi colori del tramonto.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=FOdgeYFgSvE[/youtube]

La capitale dell’isola, Stone Town, di Zanzibar è un piccolo gioiello, dove edifici moreschi si mescolano a moschee e torri in stile arabo ed a palazzi che uniscono elementi architettonici persiani, indiani ed europei.
Una curiosità, il famoso cantante e leader dei Queen, Freddie Mercury, è nato e cresciuto proprio a Stone Town.
La vicina isola di Pemba era chiamata dall’antica popolazione araba “isola verde”, per la sua lussureggiante vegetazione, in particolare la suggestiva foresta galleggiante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *