Tour del Signore degli Anelli in Nuova Zelanda

La trilogia del Signore degli Anelli ha incantato migliaia di persone in tutto il mondo, le avventure del coraggioso Frodo e dei suoi amici sono ricche di emozioni e suspense, tuttavia parte del successo del film è dovuto senza dubbio agli spettacolari scenari offerti dalla Nuova Zelanda.
Le pianure sconfinate, le montagne rocciose e i paesaggi unici del Paese sono diventati parte integrante della storia ed ora formano uno splendido itinerario per chi desidera trascorrere le vacanze sui set dei grandi film.

 signore degli anelli nuova zelanda

Il viaggio sulle orme della Compagnia dell’Anello non può che partire dalla casa di Frodo e Sam, Hobbiville. La placida e ridente cittadina della Contea dove il pacifico popolo degli Hobbit trascorre il tempo a mangiare e giocare, si trova nella zona collinare di Matamata. Questa regione è molto verde e bucolica, il set del film è ancora visibile grazie alle molte piante e fiori piantati appositamente prima delle riprese.
Il castello del malvagio mago Saruman, Isengard, si trova a nord capitale Wellington, mentre il nascondiglio della Compagnia dell’Anello, si trova a circa 15 chilometri a nord di Uppet Hutt, nel Kaitoke Regional Park.

signore degli anelli nuova zelanda

La spettacolarità di alcuni paesaggi è stata utilizzata dal regista, Peter
Jackson
, per ambientare diverse scene del film, ad esempio a Twizel, una città situata nel Parco Nazionale di Aortaki; è stata utilizzata per ricreare le sconfinate pianure del regno di Rohan, oltre ad essere la location dell’epica e sanguinosa battaglia di Pelennor a Gondor.
Ad Harcourt Park sono state girate le scene a cavallo di Aragorn, mentre alcune location del parco, come il Poet’s Corner ed il Dry Creek Quarry, hanno ospitato molte delle scene ambientate nelle caverne.
La fine del viaggio di Frodo è la Voragine del Fato, nel regno di Mordor, l’unico posto dov’è possibile distruggere l’anello e riportare la pace del Regno di Mezzo, questo luogo terribile si trova vicino al vulcano Ruapehu, all’interno del Tongariro National Park. L’atmosfera onirica e nebbiosa è dovuta alla presenza di numerosi crateri e sorgenti di acqua sulfurea.

Please follow and like us:
error

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Instagram
LinkedIn
Twitter
Pinterest
YouTube