Viaggio avventura: Ulan Bator

Un viaggio dall’altro capo del mondo alla scoperta di una terra antica ed affascinante, una vacanza ad Ulan Bator sarà un’avventura unica.

La capitale della Mongolia si trova nella zona a nord del Paese, alle pendici del monte Bogd Khan Uul, lungo il corso del fiume Tuul Gol, a circa 1300 metri sul livello del mare.
La vicinanza al circolo polare artico la rende la capitale più fredda del mondo, le temperature, infatti, variano da un massimo di 20 gradi d’estate ai meno 30 invernali.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=5DlpNaqu-hk[/youtube]

Centro culturale e commerciale della Mongolia e snodo fondamentale tra la Ferrovia Transiberiana ed il sistema ferroviario cinese, Ulan Bator è diventata un fiorente centro urbano nonostante si trovi in una delle località più remote del mondo.

La città fu fondata nel 1600 dall’imperatore dei Mongoli, oggi dopo decenni di dominio comunista austera la città sta vivendo una rinascita, sfruttando il suo ruolo come punto di partenza per le escursioni nella “terra del grande cielo”.

ulan_bator_mongolia

Uno degli aspetti più caratteristici della città, infatti, è il contrasto tra gli imponenti ed austeri edifici in stile sovietico, ai gers, le tende tradizionali dei nomadi della Mongolia.

Il luogo più bello della città è il monastero tibetano Gandan, uno dei pochi edifici religiosi ad essere sopravvissuto alla repressione di Stalin. Questo complesso fu costruito nell’800 ed è formato da un insieme di piccoli templi, il più importante è il Tempio Ochidara mentre il più suggestivo è il bianco edificio chiamato Migjid Janraisig.Sum.

ulan_bator_mongolia

Da non perdere una visita ai numerosi musei della città, tra cui il Museo Nazionale di Storia Mongola, che custodisce reperti preistorici ed interessanti testimonianze del passato guerriero del popolo Mongolo, come armi ed armature di Gengis Khan.

Decine di siti culturali in tutta la città offrono quotidianamente spettacoli di danza tipica, teatro, musica e dimostrazioni di contorsionismo. La città è anche sede di uno dei mercati all’aperto più grandi del mondo, Narantuul, con più di 2500 venditori e bancarelle colorate.

Please follow and like us:
error

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Instagram
LinkedIn
Twitter
Pinterest
YouTube