I tesori dei Gonzaga a Mantova

Mantova, tranquilla e bella città lombarda, nasconde dietro una facciata elegante e riservata i suoi tesori.
La città fu il centro del potere della nobile famiglia Gonzaga, tra le più importanti del medioevo italiano che la governo fino al ‘700. I Duca per dimostrare il loro potere e la loro ricchezza abbellì e arricchirono Mantova di palazzi e monumenti, che oggi testimoniano il loro gusto raffinato.

Mantova-gonzaga

In particolare Palazzo Te e Palazzo Ducale sono assolutamente da non perdere, infatti dal 2008 riconosciuti come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, sebbene siano da sempre due edifici assolutamente da visitare.

I Gonzaga realizzarono la loro residenza ufficiale nel 1300, riunendo in un’unica struttura un insieme di edifici, giardini e cortili, conosciuti oggi con il nome di Palazzo Ducale. Al suo interno si trova uno dei capolavori del Rinascimento, la camera degli sposi, la camera picta affrescata dal Mantegna.
Risale al 1525, invece, Palazzo Te, costruita su un’isoletta all’interno di un lago ora prosciugato per i vizi e gli svaghi del duca Ferdinando . Giulio Romano fu l’architetto ed anche l’autore di alcuni dei meravigliosi affreschi che come la celeberrima Sala dei giganti, la romantica sala di Amore e Psiche e la sala dei cavalli.

MAntova-gonzaga

Dalla primavera 2011, inoltre, è stata aperta al pubblico anche la torre dell’orologio di Palazzo della Ragione. L’orologio astronomico-astrologico del Cinquecento è ancora funzionante e dalla sommità della torre si può ammirare tutta la città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *