Tour della Spagna del nord

La Spagna è da sempre una delle mete più gettonate per l’estate. Eppure, c’è una zona spesso poco battuta, ma di grande fascino: stiamo parlando delle regioni del nord!

La prima tappa del tour non può che prevedere una sosta a San Sebastian, nei Paesi Baschi.
Questa città della Spagna del Nord offre due spiagge incantevoli e un mare, freddo, ma splendido. Non a caso è la meta preferita per i surfisti di tutta Europa.
Verso i primi di agosto, poi, San Sebastian ospita uno dei più importanti festival jazz d’Europa.
Un tour per la Spagna del nord non può non prevedere una sosta a Santander, in Cantabria. Cittadina fondata dai romani con l’antico nome di Portus Victoriae, conserva ancora i resti della propria gloriosa storia, essendo stato uno dei porti principali dell’atlantico.
Nei pressi della città, vi è anche una piccola penisola ove, nel 1913, venne inaugurato il Palacio Real, dimora del re di Spagna fino al 1931. Ora, tutta la penisola è un immenso giardino pedonale a cui si può giungere direttamente dalla città con una camminata di più di 3 km sulla via pedonale che costeggia il lungomare.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=drniw1KZFUI&feature=search[/youtube]

Se siete amanti delle scogliere (o del sidro), vi innamorerete di Gijon, nel Principato delle Asturie, regione bellissima e verdissima della Spagna del Nord.
A Gijon non potrete non pasteggiare in un ristorantino affacciato in una delle sue tipiche piazzette, sorseggiando dell’ottimo sidro di mele, che vi verrà letteralmente fatto cascare dall’alto nel culìn (il bicchiere ad hoc), per essere immediatamente bevuto.
Gli amanti del footing apprezzeranno, infine, la lunga passeggiata panoramica, tra giardini all’inglese, che costeggia tutta la scogliera fino al primo promontorio che sovrasta la città.

Ultima imprescindibile tappa del viaggio per la Spagna del Nord è La Coruña, capoluogo della Galizia e una delle mete preferite per il turismo spagnolo di un certo livello.
Tra le cose da vedere il teatro Rosalia, il Colosseo e le peculiari las Galerias, che sono dei balconi chiusi con finestre bianche
Fondamentale, poi, una visita alla Torre d’Ercole, il più antico faro ancora in attività (l’opera originaria viene fatta risalire addirittura all’imperatore Traiano).
E appena scesi, non perdetevi il pulpo alla gallega in uno dei ristoranti nella parte vecchia della città!

Please follow and like us:
error

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Instagram
LinkedIn
Twitter
Pinterest
YouTube