Viaggiare con un cane

Andare in vacanza con il cane è divertente ed appagante per entrambi, ma viaggiare con gli animali richiede qualche accorgimento.

Prima di tutto è bene portare il nostro amico peloso dal veterinario per accertarci che sia in buona salute e verificare che la meta scelta non richieda vaccinazioni o profilassi specifiche.
Per viaggiare con un cane bisogna avere i documenti in regola, se si resta in Italia basta il libretto sanitario, mentre per spostarsi all’interno della Comunità Europea è necessario avere il Passaporto UE per animali d’affezione, da richiedere alla propria ASL. È possibile verificare le leggi che regolano l’accesso ai cani nnegli altri stati consultando il sito internet del Ministero della Salute .

cani in auto

Il mezzo di trasporto migliore per far viaggiare un cane è l’automobile, l’animale è più tranquillo vicino alla sua famiglia e si possono fare soste regolari. Ogni due ore, infatti, è fondamentale fermasi per permettere al cane di sgranchirsi le zampe, fare i bisogni e distrarsi.
Come molti umani anche loro possono soffrire il mal d’auto, per evitare spiacevoli sorprese è sufficiente dargli da mangiare l’ultima volta almeno otto ore prima del viaggio.

cani in viaggio

Trasportare i cani in aeroplano o treno richiede accorgimenti specifici, poiché ciascuna compagnia di trasporto ha norme diverse, è consigliabile consultare con attenzione il regolamento. Qualora si utilizzi il trasportino, si deve controllare che non abbia spigoli o spogenze taglienti e che sia della misura giusta.

Ora non resta che preparare la valigia di Fido, ovviamente bisogna portare guinzaglio, museruola e ciotole per cibo e acqua, ma è importante ricordarsi di prendere anche i giocattoli preferiti e qualche oggetto famigliare, come una coperta, per non fare sentire il cane troppo spaesato nel nuovo ambiente.
La valigetta del pronto soccorso deve includere alcuni farmaci per affrontare eventuali malesseri o incidenti: un antidolorifico, un antinfiammatorio, un antibiotico, pinze, garze e disinfettante per curare morsi, punture d’insetti o togliere una zecca. Anche in questo caso il veterinario vi sarà di aiuto.

All’arrivo l’animale potrebbe essere spaventato o, al contrario, cercare di scappare per esplorare il territorio, basta pazientare e dargli il tempo di ambientarsi.

Se siete in cerca di una meta per le vostre vacanze a quattro zampe, leggete il nostro articolo Spiagge per cani.

Viaggiare con un cane

Andare in vacanza con il cane è divertente ed appagante per entrambi, ma viaggiare con gli animali richiede qualche accorgimento.

Prima di tutto è bene portare il nostro amico peloso dal veterinario per accertarci che sia in buona salute e verificare che la meta scelta non richieda vaccinazioni o profilassi specifiche.

Per viaggiare con un cane bisogna avere i documenti in regola, se si resta in Italia basta il libretto sanitario, mentre per spostarsi all’interno della Comunità Europea è necessario avere il Passaporto UE per animali d’affezione, da richiedere alla propria ASL. È possibile verificare le leggi che regolano l’accesso ai cani nei diversi stati consultando il sito internet del Ministero della Salute http://www.salute.gov.it/caniGatti/paginaInternaMenuCani.jsp?id=1074&menu=viaggiare. http://www.salute.gov.it/caniGatti/paginaInternaMenuCani.jsp?id=219&menu=viaggiare

Il mezzo di trasporto migliore per far viaggiare un cane è l’automobile, l’animale è più tranquillo vicino alla sua famiglia e si possono fare soste regolari. Ogni due ore, infatti, è fondamentale fermasi per permettere al cane di sgranchirsi le zampe, fare i bisogni e distrarsi.

Come molti umani anche loro possono soffrire il mal d’auto, per evitare spiacevoli sorprese è sufficiente dargli da mangiare l’ultima volta almeno otto ore prima del viaggio.

Trasportare i cani in aeroplano o treno richiede accorgimenti specifici, poiché ciascuna compagnia di trasporto ha norme diverse, è consigliabile consultare con attenzione il regolamento. Qualora si utilizzi il trasportino, si deve controllare che non abbia spigoli o spogenze taglienti e che sia della misura giusta.

Ora non resta che preparare la valigia di Fido, ovviamente bisogna portare guinzaglio, museruola e ciotole per cibo e acqua, ma è importante ricordarsi di prendere anche i giocattoli preferiti e qualche oggetto famigliare, come una coperta, per non fare sentire il cane troppo spaesato nel nuovo ambiente.

La valigetta del pronto soccorso deve includere alcuni farmaci per affrontare eventuali malesseri o incidenti: un antidolorifico, un anti-infiammatorio, un antibiotico, pinze, garze e disinfettante per curare morsi, punture d’insetti o togliere una zecca. Anche in questo caso il veterinario vi sarà di aiuto.

All’arrivo l’animale potrebbe essere spaventato o, al contrario, cercare di scappare per esplorare il territorio, basta pazientare e dargli il tempo di ambientarsi.

Se siete in cerca di una meta per le vostre vacanze a quattro zampe, leggete l’articolo Spiagge per cani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *