La festa della castagna di Vallerano

Domenica 18 ottobre siamo stati ospiti dell’Associazione Amici della Castagna di Vallerano, un piccolo paese della Tuscia Viterbese.

Dal 10 al 1° novembre si svolge la Festa della Castagna di Vallerano, un momento di festa speciale, vissuto dal paese con grande gioia e voglia di stare insieme, anche in autunno, sul tema della Castagna.

La festa della castagna DOP di Vallerano, unica castagna in Italia insignita dalla Denominazione di Origine Protetta, è un evento ormai atteso da molti e, giunto alla  XIV edizione, ha dato i suoi frutti ritagliandosi uno spazio di tutto rilievo tra gli eventi della Tuscia. Se prima Vallerano era conosciuta per i magnifici fuochi di artificio che coronavano la splendida festa di San Vittore (24 agosto) e per la Notte delle Candele (29 agosto), oggi è conosciuta anche per la Festa della Castagna.

 

La festa ha un’impronta squisistamente medievale. Tra le iniziative, una molto originale: l’esposizione di stendardi, dipinti a mano, riproducenti stemmi e sigilli di alcune delle famiglie del luogo. Ogni domenica, inoltre, gruppi di sbandieratori si esibiranno in piazza, per concludere, il 1°novembre, con un gruppo di falconieri con rapaci. 
Tra le innumerevoli attrazioni della Festa della Castagna di Vallerano, la gastronomia ricopre uan rilevanza primaria.

vallerano2

Il comitato organizzatore e sostenitore, l’Associazione Amici della Castagna di Vallerano, scende in piazza in prima persona con prodotti tipici creando dei golosi stand gastronomici dove tutto è a base di castagna. A partire da marmellate, farine, caldarroste e dolci fino a menù con specialità locali di tradizione antichissima proposti in suggestive cantine di tufo.
Da ricordare che la castagna è ricca di vitamine e sali minerali indispensabili all’organismo oltre a tener bene la cottura ed essere molto digeribile.

vallerano3

Il clima che si respira è quasi fiabesco. Adagiato sulle falde orientali del Monte Cimino, Vallerano fu abitato fin dall’età del bronzo e di certo il “castrum” vero e proprio esisteva già prima dell’anno 1000. Nel Medioevo, dalla potente famiglia dei Prefetti di Vico passa agli Orsini e ci rimarrà fino al 1432 quando il Papa ordina la distruzione delle fondamenta. Conosce il suo massimo splendore nel 1500 sotto la famiglia Farnese, per poi passare alla Camera Apostolica e poi al Regno d’Italia nel 1870. Da non perdere le tantissime chiese che popolano il centro storico, l’organo barocco tra i più grandi d’Europa e l’antica cantina di lavorazione delle castagne.

vallerano1

Vivi un weekend di autunno a Vallerano. Un autentico scrigno che si schiude liberando bellezza e cultura come un riccio fa con il suo frutto. Visita il sito ufficiale della Festa della castagna di Vallerano in provincia di Viterbo.

 

Pagina Evento in Facebook >

 

Altri articoli

Musei Virtuali On line da vedere

Visitare i musei è sempre un’ottima scelta, per immergerci nell’arte, nella storia e nella creatività. Un piacere cui non siamo costretti a rinunciare neanche in questo complicato momento storico, grazie ai musei virtuali online. Diverse strutture museali in tutto il mondo, infatti, sono visitabili comodamente da casa, attraverso l’utilizzo della più avanzata tecnologia che permette di vivere degli straordinari tour virtuali.

Londra, meta perfetta per ogni viaggio

È sempre difficile scegliere la meta perfetta per un viaggio, soprattutto quando lo si programma in compagnia. Trovare un luogo che soddisfi tutti i requisiti e gusti potrebbe sembrare un’utopia, invece la risposta a tutte le esigenze di un viaggiatore c’è. Londra è capace di offrire ad ogni turista un soggiorno unico e “su misura”.

Visitare Ronciglione in provincia di Viterbo

Il paese di Ronciglione si trova nella Tuscia, la provincia di Viterbo, ad ovest del Lago di Vico, a circa 50 km da Roma. E’ un comune di circa 9000 abitanti che sorge sui Monti Cimini, famoso anche per esser stato la location di diverse pellicole cinematografiche e per i suoi grandi eventi annuali come il “Carnevale di Ronciglione” o le “Corse a vuoto” dei cavalli.