Home » Evidenza » Il Giubileo della tecnologia.

Il Giubileo della tecnologia.

A dare il via all’Anno Santo a Roma sarà l’apertura della Porta Santa presso la Basilica di San Pietro,  previsto l’8 dicembre in occasione del giorno dell’Immacolata Concezione.

Annunciato dal Pontefice il 13 marzo 2015, avrà inizio l’8 dicembre 2015 per concludersi il 20 novembre 2016. Il Giubileo, che ricorre a cinquant’anni dalla fine del Concilio Vaticano II, sarà dedicato alla Misericordia.

Alle ore 9.30 avremo la Santa Messa in Vaticano, seguita dalla cerimonia che porterà a spalancare le ante del portone realizzato dallo scultore Vico Consorti. Al termine ci sarà l’Angelus di Papa Francesco (ore 12.00), dopodiché nel pomeriggio ci sarà l’atto di venerazione all’Immacolata Concezione in Piazza di Spagna alle ore 16.00.

 

All’interno dell’anno Giubilare 2015-2016 sono state annunciati questi momenti particolari:

– 8 dicembre 2015: apertura della Porta Santa di San Pietro
– 13 dicembre 2015: apertura della Porta Santa di San Giovanni in Laterano
– 13 dicembre 2015: apertura della Porta Santa di San Paolo fuori le mura
– il 18 dicembre l’apertura della Porta Santa dell’ostello Luigi Di Liegro alla Stazione Termini
– 1 gennaio 2016: apertura della Porta Santa di Santa Maria Maggiore
– il 6 gennaio apertura della Porta Santa  del santuario del Divino Amore (da confermare)
– 19/21 gennaio 2016: Giubileo degli operatori dei pellegrinaggi
– 10 febbraio 2016: Invio dei Missionari della Misericordia
– 22 febbraio 2016: Giubileo della Curia Romana, del Governatorato e delle Istituzioni collegate alla Santa Sede
– 1 aprile 2016: Giubileo per quanti aderiscono alla spiritualità della Divina Misericordia
– 23/25 aprile 2016: Giubileo dei ragazzi e delle ragazze
– 27 maggio 2016: Giubileo dei diaconi
– 1 giugno 2016: Giubileo dei sacerdoti
– 10 giugno 2016: Giubileo degli ammalati e delle persone disabili
– 26/31 luglio 2016. a Cracovia, Giubileo dei giovani e Giornata mondiale della gioventù
– 2 settembre 2016: Giubileo degli Operatori e dei Volontari della Misericordia
– 23 settembre 2016: Giubileo dei catechisti
– 7 ottobre 2016: Giubileo mariano
– 6 novembre 2016: Giubileo dei carcerati
– 13 novembre 2016: chiusura delle Porte Sante nelle basiliche romane e nelle diocesi mondiali
– 20 novembre 2016: chiusura della Porta Santa di San Pietro

Le Porte Sante nelle quattro basiliche maggiori di Roma

 

Ma cosa è il Giubileo?

 

Il nome ha un’etimologia ebraica: jobel (yobel) che significa  caprone, il cui corno veniva suonato per indicare l’inizio del Giubileo, ovvero di quell’anno “di riposo dei campi” che cadeva ogni 50 anni, indetto con lo scopo di far riposare il terreno e renderlo più fertile per la stagione successiva.
 

 

Contemporaneamente, gli schiavi venivano liberati e le terre confiscate venivano restituite, in modo che le disuguaglianze fossero appianate.
 

 

Per la Chiesa cattolica il Giubileo è l’anno della remissione dei peccati, della riconciliazione, della conversione e della penitenza sacramentale. Viene chiamato anche Anno Santo ed  è il periodo durante il quale il Papa concede l’indulgenza plenaria ai fedeli che si recano a Roma e compiono particolari pratiche religiose. Per ottenere l’indulgenza, bisogna andare pellegrini a Roma, recarsi in una delle basiliche e confessarsi, fare la comunione, pregare e fare un’opera di pietà, di misericordia o di penitenza.
 
Percorsi-giubilari-a-Roma

 

Come assistere alla giornata inaugurale dell’8 dicembre?

 

A Roma si attendono migliaia di pellegrini provenienti da tutta Italia e da ogni angolo del mondo.Per assistere all’inizio del Giubileo ed all’apertura della Porta Santa della basilica vaticana, bisognerà fare una richiesta online e attendere una e-mail di conferma. I biglietti – gratuiti- potranno essere ritirati successivamente in Via della Conciliazione dove vi è il centro d’accoglienza per i pellegrini.

 

Perché il Giubileo della tecnologia?
 

 

La diretta del cerimonia inaugurale del Giubileo, l’8 dicembre, sarà il primo evento trasmesso ‘live’ in mondivisione con la tecnologia Ultra HD 4K.Roma e il Vaticano saranno i primi protagonisti delle riprese in Ultra HD arriveranno in milioni di abitazioni in tutti i continenti grazie a tre satelliti ad ampia copertura.Sono immagini che faranno la storia e diventeranno un’importante fonte documentale da consegnare anche agli archivi e agli storici del futuro, come ha sottolineato monsignor Dario Edorado Viganò, prefetto della Segreteria per le Comunicazioni: “Un grande evento come l’anno straordinario della Misericordia e una grande produzione”.

L’evento dell’8 dicembre sarà trasmesso in diretta su maxi schermi piazzati nel carcere di San Vittore a Milano e all’Ospedale Gemelli, e probabilmente anche in Terra Santa, a Gerusalemme o a Betlemme.

Non solo alta tecnologia, anche scelte registiche da kolossal: saranno impiegati 19 telecamere di cui alcune su bracci mobili per le immagini dall’alto e tre piazzate su jimmy jib. Dalle 9.30 dell’8 dicembre uno degli eventi più importanti del 2015 vedrà coinvolte milioni di persone garantendo la massima qualità possibile chi non potrà essere fisicamente in piazza San Pietro.

giubileo-tecnologia-





Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *