Home » Vacanze » Consigli utili » Berlino, terra di mezzo tra passato e futuro

Berlino, terra di mezzo tra passato e futuro

Che siate amanti della storia, della cultura, della vita notturna o di tutte queste cose messe insieme, Berlino rappresenta il posto giusto in grado di appagare ogni vostro tipo di interesse.

Sebbene la capitale tedesca sia una metropoli vastissima e tentacolare, la fitta rete di trasporti che possiede rende facili gli spostamenti al suo interno anche a coloro che la visitano per la prima volta. Berlino offre ai suoi visitatori la possibilità di immergersi in un mondo a sé, per questo è la metà più gettonata da parte dei giovanissimi, ovvero di quei ragazzi che, ai soliti viaggi preferiscono vacanze studio, scegliendo spesso e volentieri di imparare il tedesco per via delle tante opportunità professionali che questa lingua rappresenta e quindi organizzando vacanze studio Berlino.

Dai moderni grattacieli all’ampio zoo (non quello di Christiane F.!), dai tanti musei di arte e storia ai monumenti simbolo della città, passando per le numerose attrattive proposte durante la vita notturna, è difficile stilare una classifica dei posti da vedere perché Berlino offre tanto ai suoi visitatori. Ma cos’è che spinge le persone verso la capitale tedesca, sebbene sia ben risaputo che non è né una città che si ricorda per l’arte, né la classica meta da coppiette (anche a lavorare di fantasia, infatti, di scorci romantici qui ce ne sono davvero pochi!)? La risposta potrebbe essere: la Storia.

Storia del 1900 soprattutto, quella che parla di divisioni, dittature, speranze e riconciliazioni.

Una storia che si vede e che si respira dappertutto, non solo quando si visita quel che resta del famoso Muro, ma anche nelle frettolose ricostruzioni che hanno cercato di eliminare i simboli del passato.

Da questo contrasto tra passato e futuro, a Berlino nasce una modernità del presente convulsa e affascinante, ed è proprio questo aspetto a renderla così attraente e a funzionare da richiamo per i giovani da ogni parte d’Europa.

Sicuramente esiste una hit parade dei posti che vanno assolutamente visitati: qui di seguito sono elencati i luoghi dove non si può non andare quando si va nella capitale tedesca: l’Alte Nationalgallerie (che accoglie una delle più vaste collezioni della Germania delle opere d’arte del XIX secolo); la Porta di Brandeburgo (l’unica rimasta in piedi fra le 18 che un tempo consentivano l’accesso alla città e che l’hanno accompagnata in tutta la sua storia); il Mitte (che in tedesco vuol dire centro, una connotazione che questa parte di Berlino perse con l’innalzamento del Muro e con la conseguente divisione tra Est e Ovest e che oggi gode di sfumature diverse: il Mitte degli artisti, dei ricordi malinconici e tristi, dei musei e dell’arte); Potsdamer Platz (che nel 1920 rappresentava il fulcro della metropoli più vivace e irriverente d’Europa e che dalla seconda metà degli anni ’90 è diventato il più grande cantiere aperto europeo ad ospitare cinema, uffici, appartamenti e il Festival Internazionale del cinema di Berlino); Alexanderplatz (capolavoro del kitsch comunista con palazzi insignificanti e viali mediocri, fra cui spicca l’enorme sfera del Fernsehturm, la Torre Televisiva); Friedrichstrasse (la strada più lunga ed esclusiva della città); Museo di Pergamo (uno dei più celebri e frequentati musei archeologici della Germania situato nell’isola dei musei sul fiume Sprea).

Insomma, vista la grande mole di luoghi da visitare a Berlino, non vi resta che programmare il vostro itinerario e partire alla volta della capitale più affascinante d’Europa!

 





Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *