Home » Europa » Week-end a Berlino

Week-end a Berlino

Moderna e frizzante, Berlino è riuscita a risorgere più volte dalle sue ceneri diventando uno dei poli principali della cultura e dell’arte moderna.
Quasi completamente distrutta durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, divisa in due durante la Guerra Fredda, dopo la caduta del muro Berlino ha richiamato architetti ed artisti per ridisegnare il suo profilo.
Il centro della nuova Berlino, infatti, è Potsdamer Platz, rinata negli anni ’90 grazie ad un nuovo progetto di Renzo Piano, anche se il vero simbolo della rinascita della Germania è il Reichstag.
Costruito in stile neoclassico alla fine dell’800, venne incendiato dopo l’avvento del nazismo ed abbandonato, il Reichstag è tornato ad essere il Parlamento tedesco nel 1999, dopo essere stato completamente ristrutturato dall’architetto Norman Foster, con l’aggiunta della grande cupola in vetro.
La sede della cancelleria è invece il Bundeskanzleramt, terminato nel 2001, questa opera di Axel Schultes è formata da superfici lisce e convesse che creano un suggestivo gioco di luci ed ombre.
Un altro capolavoro di architettura moderna è la nuova stazione ferroviaria, Hauptbahnhof, inaugurata nel 2006, è una sorta di contenitore di ferro e vetro alta circa 50 metri.

Week-end a Berlino

La capitale della Germania, però, possiede anche una meravigliosa e completa raccolta di reperti e gioielli dell’arte passata la cosiddetta isola dei Musei di Berlino, considerata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, è un’area famosa per la presenza di molti musei, che ripercorrono tutta la storia.
Il più famoso è il Pergamon Museum, così chiamato perché custodisce l’Altare di Pergamo, cui si aggiunge la Porta di Ishtar dell’antica Babilonia, la porta del mercato di Mileto, parte castello arabo della Mshatta.

L’Altes Museum ospita una vasta collezione di arte romana, greca ed egizia, mentre l’Alte Nationalgalerie è un museo di Berlino che raccoglie opere d’arte del XIX secolo.
Lo scenario più classico per una foto è certamente la Porta di Brandeburgo, l’unica rimasta in piedi delle 18 che un tempo consentivano l’accesso alla città, è uno dei luoghi che hanno caratterizzato la storia di Berlino.





Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *